Un caso complesso: I pittori FOTOGRAFI RIEGER

I Rieger e Anna Scrinzi

Giuseppe Rieger (1802-1883)           Carlo Rieger (1830-1896)                         Alberto Rieger (1834-1905)

 

a cura di Claudia Morgan

Una famiglia di pittori, disegnatori, litografi e fotografi.

 

Il capostipite Giuseppe Rieger nasce a Trieste nel dicembre del 1802, si forma appena ventenne all'Accademia di Belle Arti di Vienna, ritornato in città, lavora soprattutto come litografo di vedute e di marine. Nell'arco degli anni 1831 - 1836 partecipa all'ideazione della serie di venti litografie con "Vedute di Trieste", eseguita insieme a Nicolò Pertsch e Tommaso Viola.

Nel 1838 in un articolo pubblicato su "La Favilla" del 25 novembre intitolato Di alcuni artisti triestini viene citato per le sue vedute in particolare per gli effetti di luce sul mare e in cielo.

Nello stesso anno il Lloyd Austriaco inaugura un servizio di linea da Trieste fino alle Bocche di Cattaro e, per illustrare i propri itinerari, la Compagnia affida al Rieger il compito di riprodurre i paesaggi e i porti dell'Istria e della Dalmazia. Viaggia lungo la costa adriatica e nel 1845 presenta il primo volume la Costa occidentale dell'Istria Disegnato per ordine dello Stabilimento suddetto da Giuseppe Rieger. Trieste : Litografia B. Linassi che si presenta come il tipico souvenir formato da una striscia ripieghevole facile da consultare. Nel 1850 firma il Panorama della costa e delle Isole di Dalmazia nei viaggi dei Piroscafi del Lloyd Austriaco. Disegnato per ordine dello Stabilimento suddetto da Giuseppe Rieger. Trieste : Litografia B. Linassi e C., 1850 (1).

La sua vita si svolge tutta a Trieste, si sposa con Maria Ruthner (Wolfsberg, Carinzia 1807-Trieste, 1888), ha quattro figli: Carlo, Alberto, Federico e Giulio (2). Muore a Trieste il 27 giugno 1883.

 

1. Mithad Kozlicic,  Giuseppe Rieger ed i suoi panorami della Dalmazia in "Atti", v. 28 (1998), p. 287-356

2. I fratelli Rieger figli di Giuseppe grazie alla ricerca effettuata presso l'Anagrafe storica del Comune di Trieste:

Carlo, nato nel 1830, pittore e litografo, celibe, senza figli, muore il 26 marzo 1896 ad Alessandria d'Egitto;
Alberto, nato 6 maggio 1834, disegnatore, sposato con Cuberle Luigia nel 1862, si stabilisce a Vienna dal 1870, qui muore il 5 febbraio 1905;
Federico, nato 5 agosto 1837 agente di commercio, celibe, si trasferisce a Vienna nel 1889;
Giovanna, nata nel 1841 [nata morta];
Giulio, nato 17 marzo 1844, agente di commercio, sposatosi nel 1870 con Luigia Fischer (Trieste, 1850-1940) dalla quale ha nove figli, muore a Trieste il 6 luglio 1918.

Citazione del pittore Giuseppe Rieger nell'articolo Di alcuni artisti triestini in "La favilla", a. 3, n. 17 (25 novembre 1838)

Giuseppe Rieger, Panorama della Costa e delle Isole di Dalmazia... Trieste : Litografia di B. Linassi, 1853

Frontespizio

Giuseppe Rieger è un artista noto in città che gli riconosce i suoi meriti dandogli spazio sulle notizie edite sui periodici. L'Osservatore triestino n. 565 del 16 gennaio 1841 presenta la sua opera con un Annunzio artistico.

L'episodio storico rappresentato, la Presa della fortezza di San Giovanni d'Acri, così come viene descritta, anticipa la tecnica che sarà pienamente adottata dal figlio Alberto. La battaglia è inserita in una scena di marina che per gli effetti di luce e di vento sulle navi ottiene la piena approvazione dell'articolista che non dimentica di nominare la Ditta litografica di Linassi e Comp.

Veduta di Trieste dal monte di Opicina, 1836. La tempera [o aquerello in L. Ruaro Loseri, Il paesaggio nella pittura triestina, Trieste : Assicurazioni generali, 1994, p. 31], esposta al Gabinetto Disegni e Stampe dei Civici Musei di Storia ed Arte raffigura una veduta di Trieste colta dalla riva d'Opicina, cioè dalla attuale terrazza belvedere dell'obelisco.

Il gioco della bocce, 1840 ca. Dipinto del Lascito Fonda Savio conservato presso l'Archivio degli scrittori e della cultura regionale dell'Università degli studi di Trieste.