Palazzo delle Poste

Il nuovo edificio è progettato dall'architetto Friedrich Setz (1837-1907) dipendente dell'Imperial Ministero del Commercio di Vienna, specializzato nella costruzione di edifici postelegrafonici nelle principali città mitteleuropee, dopo Trieste sarà infatti a Lubiana.

L'importante palazzo sorge in piazza della Dogana (oggi piazza Vittorio Veneto), in una zona occupata fino al secolo precedente dal mare e da una antica salina. Nell'ottobre 1890 iniziano i lavori di demolizione degli uffici doganali e il consolidamento del terreno con la posa di ben 5000 pali di legno su tutta l'area. Tale lavoro viene terminato l'1 agosto 1891.

I lavori di costruzione iniziano il 12 gennaio 1892, assegnati all'impresa G. Gregersen & Schwarz de Zimoy di Budapest, sotto la direzione dell’architetto dell’impresa Rudolf Göbel e per il controllo dell’esecuzione all’ingegnere superiore del Governatorato a Trieste Guido Levi.

Il palazzo concepito per ospitare oltre agli uffici postali anche quelli della Finanza, mentre esteriormente si presenta come un unico corpo di fabbrica, all’interno risulta suddiviso in due corpi distinti che coprono ciascuno 3.5000 metri quadrati.

Terminato già nell'estate del 1894 viene inaugurato il 28 ottobre dello stesso anno con i servizi postali e telegrafici in piena attività.

 

Bibliografia

Elena Clari Palazzo delle Poste e Telegrafi in "Trieste 1872-1917: guida all'architettura", a cura di Federica Rovello. Trieste : MGPress, 2007, p. 183-188 

Mino Zanutto (1840-1913)

 Demolizione del palazzo della dogana vecchia per l'erezione dell'edificio delle poste, ottobre 1890

Inv. CMSA F37920

 

 

Arturo Cuzzi (1853-1931)

Fotografo dilettante dedica alle varie fasi della costruzione un fotogramma. Ingegnere civico forse lo spinge un interesse professionale a cogliere i tempi e le tecniche di edificazione.

Foto: Arturo Cuzzi (1853-1931)

Palazzo delle poste in costruzione : 6 marzo 1892

Inv. CMSA F10777

Sullo sfondo, l'edificio costruito nel 1882 appositamente per il Primo Ginnasio Superiore Comunale poi Liceo ginnasio Dante Alighieri. Dal giorno della sua fondazione, 6 ottobre 1863, era ospitato al di là della piazza in Casa Ritter, demolita per lasciar spazio al Palazzo Istituto Pensioni degli impiegati del Lloyd austriaco opera di Raimondo Sagoris (1850-1916) costruito dal 1893 al 1895.

Arturo Cuzzi (1853-1931)

Piazza delle Poste : 16 aprile 1892

Inv. CMSA F10785

Il fontanone collocato dal 1830 sulla piazza, in previsione del cinquantenario di regno dell’imperatore Francesco Giuseppe del 1898 fu rimosso nel 1897 per fare posto ad un futuro monumento statuario e portato sul Carso a Trebiciano per diventare una vedetta panoramica. Avendolo donato il comune alla Società Alpina delle Giulie fu inaugurato il 29 giugno 1897 da Alberto Puschi, direttore dei Civici Musei, e intitolato, in onore della madrina Alice Luzzatto, Vedetta Alice.

       

Arturo Cuzzi (1853-1931)

Palazzo delle poste in costruzione : 3 aprile 1893

 

Inv. CMSA F10773

 Autore non identificato

Palazzo delle poste, 1894

Inv. CMSA F200018 


Finalità di questo sito

Attorno al tema "Grande Trieste" oggetto di una mostra realizzata dalle istituzioni culturali civiche nel 2015 si è creato un gruppo di studiosi di storia della fotografia che si propongono, senza alcuno scopo di lucro, di utilizzare correttamente la rete per la promozione e valorizzazione del patrimonio di immagini storiche della città di Trieste e della Venezia Giulia, e in particolare di divulgare le ricerche condotte in occasione della mostra 1891-1914 La Grande Trieste, ma anche prima e dopo. 

Uno spazio informativo (News dal mondo della fotografia) è destinato a segnalare eventi, scoperte, pubblicazioni, legati alla storia della fotografia in Friuli Venezia Giulia.

Le finalità di questo sito sono scientifiche, didattiche e divulgative. Non ha scopo di lucro e non presenta banner pubblicitari di alcun genere. Le immagini  inserite sono in parte opera degli autori del sito  e in parte ricavate da archivi fotografici pubblici e privati. Vengono pubblicate a bassa risoluzione e, coerentemente con le finalità del sito, per scopi esclusivamente scientifici, didattici e divulgativi, nel rispetto del comma 1-bis dell’articolo 70 della legge n. 633 del 22 aprile 1941, “Protezione del diritto d’autore e di altri diritti connessi al suo esercizio”. Tuttavia, qualora la loro pubblicazione violasse specifici diritti di autore, si prega di comunicarlo per la relativa rimozione.

Chi riprende anche in modo parziale qualsiasi contenuto redazionale è tenuto a citare e linkare la fonte lagrandetrieste.it e a citare e linkare la pagina dalla quale i contenuti sono stati tratti.


contatti: museifriuliveneziagiulia@gmail.com